TrackBot non va mai in vacanza ⛱

Mentre noi umani moriamo dal caldo, TrackBot continua a macinare. Per il Prime Day di Amazon ha inviato più di ventimila notifiche in un solo giorno, superando agevolmente il Prime Day 2018 (ma non il Black Friday).

Passando alle novità, abbiamo aggiunto nuovi corrieri! In particolare si tratta di Yun Express, che era stato rimosso per motivi tecnici qualche mese fa, SunYou, nuovo ingresso, e AliExpress Shipping, già tracciabile con Cainiao ma ora presente nella lista in tutto il suo splendore. TrackBot ora supporta 48 corrieri tra nazionali e internazionali.

Loghi AliExpress e SunYou affiancati

Confermiamo che persistono problemi con il tracking GLS, che è ora limitato alle spedizioni nazionali. Inoltre le notifiche per il corriere potrebbero arrivare in ritardo, talvolta anche di qualche ora. Stiamo provando a collaborare con GLS per risolvere il problema, ma per ora la situazione ricorda la cantatrice calva.

Sulla base del vostro feedback, da qualche settimana abbiamo introdotto un’importante modifica al sistema delle notifiche. TrackBot fa del suo meglio per evitare le notifiche duplicate, ma si assicura allo stesso tempo che non vengano perse notifiche importanti come il secondo tentativo di consegna di una spedizione.

TrackBot esiste gratis e illimitato anche grazie al vostro sostegno economico. Se ne hai la possibilità, valuta una piccola donazione alla prossima consegna 🙂

A presto!

TrackBot con intelligenza artificiale

TrackBot, il bot gratuito e illimitato per tracciare spedizioni su Telegram, è ora dotato di intelligenza artificiale per il riconoscimento automatico del corriere delle spedizioni.

Il robottino sfrutta infatti il machine learning (apprendimento automatico) per indovinare in modo preciso e intelligente il corriere di una spedizione. Tutto questo è possibile grazie al grande numero di spedizioni tracciate ogni mese su TrackBot.

Illustrazione che mostra il robot di TrackBot collegato con dei cavi a dei server

Curioso di sapere come funziona? Quello che c’è da sapere è che il machine learning analizza una grande quantità di dati per trovare un legame tra le informazioni.

L’obiettivo è generare un modello, cioè una “scatola nera” che rende possibile la magia 🔮 di associare un nuovo dato (il codice di una spedizione mai tracciata prima) con una categoria (il corriere della spedizione). In generale, più dati vengono forniti e più il modello sarà bravo a generalizzare il problema, e quindi a predire nuovi casi mai visti.

Il modello di TrackBot utilizza decine di migliaia di spedizioni per ottenere un’accuratezza del 98%. Significa che dando a TrackBot il codice di una spedizione, 98 volte su 100 riesce a indovinare il corriere effettivo, permettendo il tracking instantaneo della spedizione 🚀.

TrackBot con intelligenza artificiale è disponibile da oggi, per tutti. Provalo!

Nuovi corrieri su TrackBot: 4PX, Yanwen, WishPost e Pitney Bowes

Ciao! Durante il mese di febbraio abbiamo lavorato per rendere TrackBot ancora migliore 🚀. Abbiamo introdotto quattro nuovi corrieri e risolto alcuni problemi generali che ci avete segnalato nelle scorse settimane. Vediamo le novità in dettaglio.

Abbiamo aggiunto la possibilità di tracciare i corrieri 4PX, Yanwen, WishPost e Pitney Bowes, scelti tra i più richiesti negli ultimi mesi tramite la pagina feedback.

Loghi dei quattro nuovi corrieri
4PX, Yanwen, WishPost e Pitney Bowes

Il tracking DHL Global Mail è tornato operativo dopo essere stato sospeso qualche mese fa. È ora mostrato separatamente rispetto a DHL, così è più facile capire che è supportato e se sta funzionando.

Loghi di DHL Global Mail e TNT-CLICK

Abbiamo separato in due anche i corrieri TNT e TNT-CLICK, prima raccolti in un unico corriere “TNT”.

La lista dei corrieri è ora più colorata 🎨, con le bandiere corrispondenti ai paesi di appartenenza dei corrieri. Trattandosi di un esperimento, fateci sapere che ne pensate 🙂

Screenshot di Telegram che mostra la lista dei corrieri con le bandiere

Abbiamo infine risolto alcuni problemi con TrackBot nei gruppi. In particolare, ora il comando /traccia funziona sempre senza esplodere 💥, e c’è la possibilità di abilitare l’opzione “chiedi sempre il nome” dopo aver tracciato una spedizione.

TrackBot supporta ora in totale 46 corrieri 🤯. Continuate a inviarci feedback tramite il modulo dedicato, ci è molto utile per capire l’aria che tira nel mondo degli acquisti online.

Per ora è tutto, ci sentiamo nelle prossime settimane 😉

Le novità di dicembre 2018 su TrackBot

Dopo la rinnovata versione di TrackBot uscita lo scorso settembre, ecco cosa è cambiato nel bot nelle ultime settimane.

Nuovo comando /stato. Serve per vedere rapidamente se le notifiche per un determinato corriere stanno funzionando a dovere. È la riproduzione dentro Telegram dello stato dei corrieri mostrato nella pagina aiuto.

Comando /stato che mostra la lista di corrieri

Comando /rimuovi. Abbiamo rinominato il comando /stop in /rimuovi e cambiato la sua icona in un cestino, così non ci possono essere più dubbi sul suo scopo.

Il pulsante "Stop" diventa "Rimuovi"

Canale per gli aggiornamenti. Abbiamo convertito lo storico canale Telegram @BotFactoryNews in @TrackBotNews. Contiamo di usarlo più frequentemente per informarvi sulle ultime novità di TrackBot. Se non l’hai ancora fatto, unisciti.

Potrete continuare a seguire le novità di FibraClick sul canale dedicato, e per gli altri progetti il nostro account Twitter, o questo blog.

Boom. Dal Black Friday stiamo gestendo un numero di spedizioni doppio rispetto alla media degli ultimi mesi. Abbiamo da poco acquistato nuovi server, in modo da mantenere il tempo di aggiornamento delle spedizioni il più basso possibile. Attualmente oscilla tra i 15 e i 30 minuti.

Per oggi è tutto, ci sentiamo l’anno prossimo. Buon tracking a tutti! 😁

Più facile e più social: il nuovo TrackBot

Ciao! Siamo felicissimi di annunciare che TrackBot si è rinnovato. Negli ultimi mesi abbiamo riprogettato radicalmente il bot Telegram per monitorare le spedizioni, per renderlo più facile che mai da usare, senza però rimuovere funzionalità.

TrackBot veloce

La prima novità è che tracciare una nuova spedizione è adesso ancora più facile. È sufficiente inviare il codice della spedizione al bot, che farà tutto in automatico. Sceglierà il corriere, il nome della spedizione e salverà la spedizione, senza fare altro!

Tracciamento rapido TrackBot

Quando invece il bot non riesce a riconoscere con certezza il corriere della spedizione, chiederà di sceglierlo tra i più probabili, come al solito. Il nome della spedizione può essere impostato rapidamente premendo l’apposito pulsante.

Pulsanti TrackBot dopo aver tracciato

Abbiamo introdotto anche un’altra utilissima funzione, cioè la condivisione delle spedizioni. Ora è possibile condividere il tracking di un pacco con un contatto Telegram, in modo che anche lui/lei riceva tutte le notifiche. Se hai familiari, coinquilini o amici con cui devi condividere una spedizione, sarai d’accordo che è una funzionalità molto utile. Il tutto funziona senza concedere il pieno controllo sulla spedizione, evitando quindi modifiche accidentali.

Condivisione spedizioni

Se trovavi i comandi del bot complicati, ora non puoi più sbagliare. Con il nuovo menù a tastiera, accedere alle funzioni del bot è facilissimo: basta premere i pulsanti dedicati.

Menù tastiera TrackBot

Infine, per i più smanettoni, la riprogettazione del bot ci ha consentito di strutturarlo meglio per fare posto a espansioni future. Una prima novità percepibile è il fatto che dopo aver modificato il corriere di una spedizione, questa sarà aggiornata immediatamente, senza dover attendere. Inoltre, possiamo anticiparvi che non manca molto al rilascio del codice sorgente completo del bot su GitHub.

AGGIORNAMENTO 2019: abbiamo poi scelto di non rilasciare il codice sorgente del bot, per evitare che alcune tecniche non pubbliche possano diffondersi e diventare controproducenti per la qualità del servizio.

Per provare subito il nuovo bot (completamente gratuito e illimitato), avvia TrackBot, così verrà caricato il nuovo menù. Altrimenti, dai un’occhiata alle nostre pagine di aiuto aggiornate.

Come al solito, siamo aperti a qualsiasi tipo di feedback. Fateci sapere la vostra, tramite Twitter o via email! Infine, un grazie al gruppo di beta tester che ci ha aiutato a sistemare molti problemi nelle scorse settimane.

P.S. nuovi corrieri? Sì, arriviamo… 🙂